Vienna: nobile e risoluta

Eleganza, nobiltà, rigorosità. Tutto questo è Vienna, una città bella e consapevole di esserlo.

Camminando per le sue strade, sin da subito si respira un’ aria diversa, intrisa di fredda maestosità e di una rispettosa civiltà degna di nota. Ma emozioni, poche. Sarà la mancanza di quel tipico calore italiano? Una città accogliente ma discreta, così si può definire.

Di certo non mancano personalità austriache di spicco: Mozart, talento puro e genio della musica; Freud, fondatore della psicoanalisi; Klimt, pittore noto per il celebre Il bacio. E la città non si ritrae dall’esaltarne l’importanza e l’incidenza sulla storia austriaca, dedicando loro piani di musei in ogni angolo della città.

Tuttavia, colei che più di tutti viene ricordata e associata alle storia di questo paese, è senz’altro la principessa Elisabetta di Baviera, meglio conosciuta col diminutivo di Sissi.

Personaggio complesso e controverso, in verità poco dedita alla vita di corte e al marito Francesco Giuseppe, imperatore longevo e amato dai suoi sudditi. Egli amò perdutamente questa donna indipendente e ribelle, che nello sport e nei viaggi trovava una via di fuga e ragione di vita, lontano dalle ristrettezze imposte dall’etichetta.

Il complesso della Hofburg, il castello di Schönbrunn e persino il museo dell’Albertina dedicano spazio e tempo ai racconti ottocenteschi, incuriosendo e affascinando lo spettatore che si ritrova a conoscere più a fondo la storia di un personaggio probabilmente osannato dopo la morte più di quanto lo sia effettivamente stato in vita.

Ma lontano dagli intrighi di corte, Vienna è anche una deliziosa fetta di sacher degustata all’Hotel Sacher, che fa presto ricordare quanto i piatti tipici vadano degustati laddove sono nati, prima di poterne tessere le lodi o esporre a critica.

In conclusione si può dire di Vienna che rappresenta una delle mete di viaggio da includere obbligatoriamente in un’ipotetica lista. Una bellezza maestosa e nobile che si distingue da un’Italia più ricca di arte e di storia ma probabilmente meno risoluta. Buon viaggio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...