Bufera su Amadeus: giusta o esagerata?

In questi giorni sta dilagando la bufera sul conduttore televisivo Amadeus e sulle parole da lui espresse durante la conferenza stmpa sanremese, in particolar modo su quelle riguardanti Francesca Sofia Novello, fidanzata del celeberrimo motociclista Valentino Rossi.

Ora, senza voler cadere nella banalità e nel populismo… Che Amadeus abbia effettivamente fatto una gaffe è fuori da ogni dubbio. Quello su cui avrei delle riserve è il fatto che l’abbia fatta in maniera cosciente e volontaria.

Guardando il video che oramai spopola sul web, Amadeus appare visibilmente imbarazzato ed emozionato, lontano da quella sicurezza e solarità che di solito lo contraddistingue. E, a dirla tutta, io da donna, non mi sento di attaccarlo in maniera così infelice come nel caso di Heather Parisi furibonda che rivolge a lui l’appellativo di idiota.

Sanremo si sa, è una macchina meravigliosa quanto complessa. Riuscire a gestire tutto da direttore artistico non è semplice e soprattutto crea tensioni ed emozioni tali da poter facilmente compiere passi falsi. E oggi come oggi, il web non ti perdona. Il web non pensa alle circostanze, il web non si ferma a riflettere su cosa c’è dietro un conduttore ma prima di tutto un uomo che si ritrova a sostenere ritmi incessanti ogni giorno con il Festival alle porte.

Detto ciò, il mio articolo non vuole difendere a spada tratta Amadeus che ha chiaramente sbagliato ad esprimersi in tale maniera ma vuole, come nella maggior parte dei miei articoli, invitare a riflettere e a fermarsi un attimo. Perchè dire certe cose al tavolo di un bar tra amici è un conto, dirle in tv un altro. E quello che sarebbe sicuramente passato in secondo piano o addirittura sarebbe stato oggetto di risate nel primo caso, nel secondo è invece motivo di bufera e contestazioni dilaganti senza rendersi conto che tutta questa energia e questa rabbia andrebbero investite per ben altre cose.

O andrebbero investite ogni giorno con il ragazzo che abbassa il finestrino e attira la tua attenzione fischiando, andrebbero investite quando a un colloquio ti chiedono se hai intenzione di sposarti e avere figli, andrebbero investite quando la tua busta paga è inferiore al tuo collega uomo. Quando ti dicono “sei una donna, non puoi farlo.”. Il problema non è Amadeus, chiediamoci quanta responsabilità abbiamo nel non reagire a un sistema fatto sicuramente di tanti esempi positivi ma anche di tante lotte ancora da affrontare per il raggiungimento di una parità auspicata ma ahimè solo abbozzata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...